SCONTO 10% SUL TUO PRIMO ORDINE CON IL CODICE WELCOME10
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Filler e precursori. Come interagiscono? - Alessandra Gava, Product Evaluation Specialist

20/04/2021

“Di acido ialuronico siamo pieni.” È un’affermazione un po’ ironica, ma descrive la realtà. Nel nostro corpo circa il 50% di questa sostanza è presente nella nostra pelle; costituisce inoltre la sostanza fondamentale del liquido sinoviale, che lubrifica le nostre articolazioni, del corpo vitreo dell’occhio e del cordone ombelicale. L’acido ialuronico svolge molte funzioni biologiche, diverse a seconda della sua dimensione. Si potrebbe dire che è una questione di misura!

In molti prodotti cosmetici si vanta la presenza di acido ialuronico: a cosa serve? L’acido ialuronico, inserito nelle formule ad uso topico, aiuta a idratare e cicatrizzare la pelle. Riempie gli spazi della sua superficie per alcune ore fino alla sua degradazione. In questo caso agisce da “filler superficiale”: l’acido ialuronico lega moltissime molecole d’acqua e funge da agente idratante.  Penetra fino al derma? Assolutamente No! La giunzione dermo epidermica blocca la discesa di molecole così grandi. Fa bene alla pelle? Sì! La mantiene idratata e le piccole rughette sono meno visibili, per qualche ora.

Sull’altra sponda di questo grande oceano di prodotti con acido ialuronico ci sono i filler intradermici, soluzioni con acido ialuronico che vengono iniettate con micro aghi nelle zone da riempire. In questo caso l’acido ialuronico si distribuisce nei tessuti profondi rimanendo per alcuni mesi. Questi prodotti sono a tutti gli effetti dei dispositivi medici.  Si usano in medicina estetica ma, formulazioni specifiche vengono studiate anche per iniezione intra-articolare in reumatologia e in chirurgia ortopedica o maxillofacciale. Nel volto, sono filler tattici che in poche ore cambiano i volumi se applicati con la mano sapiente di un medico-scultore. Sono pericolosi? No! Sono efficaci? Sì. Durano per sempre? No! Il “ritocchino” va mantenuto.

Esistono infine i precursori dell’acido ialuronico. Questi hanno lo scopo di stimolare e difendere il capitale di questa sostanza che ognuno di noi possiede. Si tratta di molecole che vanno ad attivare il fibroblasta, produttore naturale del nostro acido ialuronico, e lo aiutano a lavorare di più. Agiscono istantaneamente? No. Durano nel tempo? Sì! Possono essere usati assieme agli altri due? Certo! Una strategia multitasking garantisce risultati wow!


Per saperne di più chiedi una consulenza personalizzata scrivendo a info@perlapelle.it

Autore: Alessandra Gava - Product Evaluation Specialist


Nuova Liftable
Effetto anti-gravità progressivo
PRENOTA LA TUA CONSULENZA

"Sarà il prodotto giusto per la mia pelle?"


"Per quanto tempo lo devo usare?"


"Ho usato altri prodotti simili e ho avuto delle reazioni..."


"Posso fare un peeling anche se ho la pelle sensibile?"


Qualsiasi sia la tua domanda puoi rivolgerti al nostro team di Skin Consultant per un consiglio personalizzato sui protocolli di trattamento più adatti alla tua pelle. 

Scrivici a: info@perlapelle.it